Passaporto vaccinale: acclamato nel Regno Unito

Il passaporto vaccinale trova un forte sostegno nel sondaggio del Regno Unito

La nazione Inglese sta guidando le principali economie del mondo nel far vaccinare la sua popolazione ed adottare il passaporto vaccinale. Ora gli inglesi dicono che sosterrebbero il blocco di quelli senza vaccino ad entrare in Inhgilterra.

Quasi un terzo degli adulti del Regno Unito ha ricevuto almeno un vaccino Covid-19.

Molti britannici sostengono uno step successivo: I passaporti vaccinali che consentirebbero ad alcuni di tornare a una vita più normale.

I nuovi dati forniti da YouGov mostrano che il 65% degli inglesi sosterrebbe il passaporto vaccinale che consentirebbe alle persone vaccinate di tornare sui luoghi di lavoro, nei bar e persino di viaggiare di nuovo prima di coloro che non hanno avuto il vaccino.

Cosa pensa la popolazione?

Il 76% della popolazione sostiene che richiedere la prova della vaccinazione per le persone che entrano nel Regno Unito dall'estero il prima possibile sia una cosa giusta, con il 16% contrario all'idea. Il sostegno è stato sostanzialmente costante in tutto lo spettro politico, così come tra le persone che hanno votato a favore o contro la Brexit.

Il governo del Regno Unito sta rivedendo l'idea di richiedere la prova del vaccino per determinate attività, che sta già diventando uno standard in Israele, un altro paese che guida la vaccinazione. L'Organizzazione mondiale della sanità si oppone alla richiesta di prove di immunizzazione in parte perché non è chiaro se le persone vaccinate possano ancora diffondere l'infezione. E i critici affermano che un sistema di passaporto vaccinale, sarebbe discriminatorio e creerebbe una classe d'élite di persone con accesso al vaccino.

Nel Regno Unito:

Anche le persone anziane, che hanno maggiori probabilità di essere vaccinate, erano più favorevoli a richiedere la prova della vaccinazione. Giovani, che, teoricamente sarebbero più limitati se i requisiti fossero messi in atto presto. Il 77% (65enni) sostiene i passaporti per le vaccinazioni nel Regno Unito, rispetto al 47% di quelli di età compresa tra 18 e 24 anni.

Gli inglesi concordano  sull'uso dei passaporti vaccinali, ma come e dove nello specifico, per richiedere la vaccinazione nei pub - il 48% sì, il 41% no.

Nei ristoranti, parrucchieri, ospedali e studi medici

YouGov, una società di ricerche di mercato e analisi dei dati, ha intervistato 1.757 adulti britannici tra il 24 e il 25 febbraio Nel Regno Unito, anche gli anziani, che hanno maggiori probabilità di essere vaccinati, erano più favorevoli a richiedere la prova della vaccinazione rispetto ai giovani, che teoricamente sarebbero più limitate se i requisiti fossero messi in atto presto.

Il 77% (65enni)sostiene la rapida introduzione dei passaporti per le vaccinazioni nel Regno Unito, il 47%  (18 e 24 anni), erano divisi su dove.

Lascia un commento